Daniele mod. D

IMG_4634-22-12-17-01-26
IMG_4633-22-12-17-01-26
IMG_4632-22-12-17-01-26
IMG_4630-22-12-17-01-26
IMG_4641-22-12-17-01-17
IMG_4646-22-12-17-01-17
IMG_4640-22-12-17-01-17
IMG_4637-22-12-17-01-19
IMG_4638-22-12-17-01-19
IMG_4635-22-12-17-01-19
IMG_4628-22-12-17-01-31
IMG_4631-22-12-17-01-26

Questa Lambretta appartiene al figlio di un personaggio ben noto nella scena lambrettistica internazionale, che purtroppo ci ha lasciato qualche tempo fa.

Davide infatti è figlio di Armando Dammicco, grande appassionato di Lambretta il quale da giovane utilizzatore negli anni 50 (nel 1955 viaggiò da Milano a Bari in un fine settimana e ritorno nel mese di febbraio sulla sua Lambretta D) diventò poi un collezionista e restauratore a partire dal 1984. Era sempre presente ai Jamboree internazionali fin dal primo a Strasburgo nel 1989. Era conosciuto per la sua voglia di stare assieme e condividere momenti goliardici, me lo ricordo appunto ad uno dei jamboree europei con la sua D sulla quale assieme agli amici del Lambretta Club aveva montato una piccola botte dalla quale sgorgava vino a disposizione per tutti, al posto del bauletto posteriore.

Con questa Lambretta ha completato due volte la riedizione della Milano Taranto, la prima volta nel 1991 con il nr. 21 e l'ultima nel 2006 con il nr. 38. La sua conoscenza Lambrettistica si evince anche dai particolari di questa Lambretta, che monta una testata ad alta compressione Vortex, la marmitta sportiva Silentium e l'ammortizzatore posteriore supplementare Gazelle, oltre ad un bellissimo contachilometri Rolle con il suo supporto in alluminio.

This Lambretta belongs to the son of a well known person in the international Lambretta scene, who unfortunately passed away a few time ago.

Davide is the son of Armando Dammicco, a very pasionate Lambretta man, as a young user in the 50s (in 1955 he did Milano Bari and back on a February weekend on his model D) and finally as a collector and restorer from 1984 on. He was always present at the International Jamborees since the first one in Strasbourg in 1989. He was re-known for enjoying staying together and share moments of fun, I remember him at one of these jamborees with his model D which featured a little wine cash instead of the rear toolbox to give some all who wanted.

With this Lambretta he completed the new edition of the Milan Taranto twice, once in 1991 with the nr. 21 and the last in 2006 with the nr. 38. His Lambretta knowledge can be seen in some details he fitted on this one, a Vortex high compression head, a Silentium sports exhaust, a Gazelle auxiliary damper other than a very nice Rolle speedo mounted on his aluminium support. 

  • Facebook Classic