2004 Isola d'Elba rally - Italia

Anche per quest'anno avevamo programmato la partecipazione al raduno all'Isola di Man, quando poi siamo venuti a sapere che sarebbe stato un evento in tono notevolmente inferiore rispetto all'anno precedente. Per questo motivo la decisione è stata di dirigerci verso l'Isola d'Elba, raduno che si svolgeva nello stesso Week end e che da diversi anni riscuote un notevole successo anche perchè si svolge in una cornice davvero incantevole. Non ultima la promessa fatta all'amico Roccia nel gruppo degli organizzatori storici del raduno.  
La partenza non è delle migliori, infatti la sera prima di partire un ragazzo inglese arrivato con il gruppo di Southend che ci ha raggiunti per effettuare il viaggio assieme, parte dall'albergo che li alloggia per raggiungere l'officina di Dean, ma sopra pensiero parte "all'inglese" cioè guidando sul lato sinistro della strada e dopo una curva si trova di fronte ad un'auto per cui l'impatto è inevitabile. Per quello che poteva succedere, nonostante le varie fratture, è andata anche bene, ma si può bene immaginare che alla partenza la mattina dopo lo spirito non sia dei migliori. Dean e Nick rimangono per sistemare tutte le varie necessità legate all'accaduto e partiranno solo il giorno dopo. Comunque al ritorno dal raduno sono stato in ospedale a trovarlo e nonostante abbia bisogno di un bel periodo per recuperare, non ha perso lo spirito scooteristico per cui lo rivedremo in sella quanto prima.  
Partiamo con un timido sole ma non è molto caldo, il tempo incerto sarà l'unica caratteristica negativa di uno splendido week end. Attraversiamo il passo appenninico che ci apre la strada alla Toscana ed attraversando una delle più belle terre d'Italia abbiamo scelto un itinerario il più suggestivo possibile, evitando di percorrere superstrade ed autostrade, ed effettivamente ne vale la pena perchè lo scenario è davvero unico. Ma nei dintorni di Siena arriva anche la pioggia a complicare le cose, perchè essendo la città più grande che dobbiamo attraversare, il gruppo si sfalda, ma alla fine ci ritroviamo tutti sulla strada giusta anche perchè prima della partenza avevo consegnato a tutti una cartina con evidenziato il percorso per giungere a Piombino. Tutti meno uno però! Infatti ci accorgiamo che manca Kevin e dopo il momento di panico legato anche alla serata precedente, riorganizziamo le idee e ripartiamo lasciando al furgone che ci segue il compito di mettersi sulle sue tracce, perchè il problema è che ha lasciato su di esso soldi, telefono e cartina perchè non si bagnassero! In ogni caso ha preso un'altra strada ma lo troveremo a Piombino grazie alle indicazioni che ha ricevuto da una passante. Sistemato tutto il gruppo in un albergo prenotato per tempo, io e Maicol ci dirigiamo verso il camping Mandel 2 dove si svolge il raduno e dove ci è stata riservato un appartamento insieme a Dean. Andare a dormire stanchi per il viaggi e con il sottofondo delle onde che si infrangono sulla spiaggia è veramente un toccasana.

Il venerdì vede l'arrivo di molte persone, fra l'altro abbiamo la rassicurazione di Dean sulle condizioni di John. Trascorriamo tranquillamente la giornata fra pranzo in riva al mare e sostenute bevute, verso sera arrivano Dean e Nick ai quali si sono aggiunti all'ultimo momento i giapponesi Shiro e Taki arrivati la sera prima da Londra. Pronti Via! Non fanno tempo ad arrivare che ci fiondiamo alla serata organizzata non lontano dal campeggio; il locale è pieno che significa che gran parte dei partecipanti sono già arrivati, si va a dormire tardi. Avendo un figlio piccolo ho gli orari scanditi come un orologio, per cui la mattina successiva sono sveglio presto nonostante le poche ore di sonno. Il sabato pomeriggio si parte per un tour di una ventina di chilometri verso Cavo e nonostante qualcuno che pensa di trovarsi su un campo di gara tutto fila liscio. Al ritorno si svolge la premiazione e devo dire che il nostro gruppo fa incetta di premi, portandone a casa parecchi. Grosso successo ottiene Maicol con la sua seconda serie con cilindro reffreddato a liquido che è una delle più fotografate del raduno. Veniamo a conoscenza addirittura che presente al raduno c'è un giovane ragazzo di 22 anni ma che porta un cognome ben noto in questo ambiente: Innocenti, infatti è il nipote del fondatore dello storico marchio che ha dato la luce agli scooter che tanto amiamo ancora oggi; lo si vede fotografato sul chopper di Sticky di Scootering Magazine.  La serata nuovamente in discoteca fino a tardi ma non per tutti perchè molta gente ha previsto il ritorno a casa per la domenica. 

Noi invece abbiamo deciso di prenderci una giornata in più di vacanza e ne vale veramente la pena perchè in totale relax passiamo la giornata fra ottimo cibo e chiacchiere, preparandoci adeguatamente per il viaggio di ritorno. 

In the beginning was our intention to attended the Isle of Man rally for this year as well, but we heard it would have been a minor event not like last one. For this reason, and not forgetting the promise I did to "Roccia" one of the historic organizers, we decided to set up our trip with the Isle of Elba Rally which was held the same week end.   The premises have not been the best, in fact an English chap arrived with the Southend massive to attend the rally with us, the night before the start left the Hotel where the were hosted in, heading to Dean's shop just a mile distant, but he did that riding on the "English" side of the road. After a bend he found a car in front of him and couldn't avoid it. The serious injuries for which he had to be recovered in the hospital apart, it could be a lot worse this enough to say at the start due to the previous day circumstances our group set off in slighlty dampend spirit. Dean and Nick had to remain home to sort all things out and left a day after us. I have been in the hospital to pay a visit to John when we have come back and though he will need a long time to recover his scooteristic spirit is still untouched so we will be seeing him ride again as soon as possible. Good luck mate. 

We set off in the sun, but it's not very warm, the uncertain weather will be the only bad note of a very good week end. We cross the appenine pass which head us to Tuscany so crossing one of the most beautiful Italian regions, we have decided to ride in the most suggestive roads and for this reason to avoid motorways and big roads. It is well worth it because the scenary is pretty impressive. Only in the nearby of Siena it starts to rain and summing this up to the fact it is the biggest town we have to cross in our trip, we get lost in small groups, but due to the fact I have provided the group with maps of the roads we have to do, in the end we all meet each other again. All but not one! In fact we wait for Kevin for long but he doesn't arrive so after a moment of panic due to the facts of the night before and also because he left all his money, mobile and map in the following van, we decide to continue the trip and leave the van to go in search of him. Just to discover he is already in Piombino, owing to the indication he's been given by a guy. All ends well is good so we reach the port in time to take the ferry and reach in the Isle finally.  Once all the group is settled in the Hotel we have booked previously, me and Maicol ride till the Campsite in Morcone where we have an apartment booked together with Dean. Going to sleep tired for the trip and hearing the sea is really what best I can ask for.

Friday sees a lot of people arriving and we hear Dean about John's condition, which are not so bad, makes us feel better. We spend the day quietly with a nice meal in a restaurant on the beach and having a drink or two (or three). In the late afternoon Dean and Nick arrive together with the japanese Shiro and Taki just landed in Rimini the night before. No time for having a rest we already set off for the do held in a disco not far from the campsite which is good. The disco is packed with people this meaning a lot of people attending the rally are arrived yet and we go to sleep very late. Having a kid home I am so used to his sleeping times that in the morning I still wake up early but having my breakfast on the beach is well worth the hassle.   Saturday afternoon we attend the 20 kms massive ride to Cavo and though someone is intending the Elba bends like a circuit everything ends up well. Back from the ride there is the prizegiving and our group wins a lot of awards. A big success is Maicol's series II with a liquid cooled motorcycle barrell conversion, which is one of the most pictured machines in the rally. We also meet a young chap of 22 years with a very well know name in the scene: Innocenti, infact he is the granson of Ferdinando Innocenti the man who founded the brand of such successful scooters, we still love nowadays; you see him pictured on Sticky's chopper (I assure he was not horrified, he pretty liked it!). The evening again a do in the disco till late, but not for all in fact a lot of people have planned their trip back home for the Sunday so at a certain hour there is not a lot of people left. 

We instead have decided to treat us one more day in the Isle. This fair enough to allow us a rest from the previous two busy days, setting out right for the trip back. 

2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
2004 Isola d'Elba rally (I)
  • Facebook Classic